Nasce il “Comitato In difesa del paesaggio di Camugnano”

Comitato
In difesa del paesaggio di Camugnano

 Questo Comitato è nato dall’iniziativa di cittadini che vivono o trascorrono parte del loro tempo nel comune di Camugnano e che hanno a cuore questo territorio ormai sempre più spesso attaccato nel suo carattere di ambiente salubre, ricco di bellezze naturalistiche e di elementi caratteristici della nostra storia. E’ un Comitato libero e spontaneo, senza scopo di lucro, apartitico.

 CHI SIAMO:
Siamo cittadini residenti nel comune di Camugnano, o proprietari di attività nella zona o proprietari di seconde case a Camugnano o anche nativi di Camugnano oltre che persone semplicemente amanti del nostro Appennino e della natura in  genere che sono contrarie allo sfruttamento sconsiderato di questo territorio da alcuni anni perpetrato dall’amministrazione comunale.

 ABBIAMO L’INTERESSE DI:
Proteggere le bellezze naturali e paesaggistiche del nostro Appennino, i quadri naturali come il monte vigese ed il Sasso di Vigo, i crinali come il  passo dello Zanchetto, i borghi storici, le vallate del camugnanese.

Allo stesso modo vogliamo preservare dall’inquinamento nelle sue più generiche forme (smog, inquinamento luminoso, acustico, elettromagnetico e altro) queste località ancora incontaminate.

 QUALI SONO GLI SCEMPI AMBIENTALI SOTTO LA NOSTRA ATTENZIONE

  • APEA GUMIERA – Polo tecnologico Val Limentra

    E’ un prossimo insediamento industriale in una zona di pregio paesaggistico avente come sfondo una pregiata visuale su uno dei più importanti rilievi dell’Appennino bolognese, il gruppo Montovolo – Monte Vigese – Sasso di Vigo, di cui Monte Vigese rientra nella Rete Natura 2000 come SIC/ZPS.

    Oggi questa area è occupata da un parco fotovoltaico di potenza 180KW ed in futuro da una zona industriale con 8 capannoni ed una centrale a biomasse a cippato per il riscaldamento di questi (senza pensare di usare l’energia del parco fotovoltaico – in effetti tutti i proventi della vendita dell’energia prodotta sono a totale vantaggio della ditta Teggiano S.r.L. del Gruppo Busi Impianti).

  • PARCO EOLICO FONTANAVIDOLA

    ENEL Green Power ha in progetto, sostenuto dall’amministrazione comunale, un grande parco eolico industriale in località Fontanavidola a Camugnano nei pressi del crinale Zanchetto che, se realizzato, sarebbe l’impianto più potente del nord Italia con 7 pale eoliche di 100 mt. di diametro e 150 mt. di altezza per un totale di 16 MW, in aggiunta alle 3 pale di mini-eolico già autorizzato allo Zanchetto.

    Un progetto del genere produce danni ambientali dovuti al campo elettromagnetico indotto dalle pale eoliche, con ripercussioni notevoli sull’ambiente, sul paesaggio, sulla avifauna locale protetta; tali apparati provocano disturbi di tipo neuro-vegetativo alla popolazione per il rumore e le onde sonore che generano.

 COSA VOGLIAMO:

Impedire la cementificazione selvaggia che danneggia il territorio causando gravi alterazioni.e provocando rovinose ribellioni della natura. Vogliamo proteggere il nostro territorio, la nostra salute, il nostro paesaggio.

Fermare la collocazione degli impianti a solo scopo speculativo e senza necessità per la collettività, unicamente in vista degli incentivi a vantaggio di grandi imprenditori a scapito dell’agricoltura, del turismo, dell’ambiente, del paesaggio della SALUTE.

Fermare la produzione di energia in un territorio come questo già pesantemente gravato da numerose infrastrutture come la centrale idroelettrica di Suviana-Bargi, le dighe di Suviana e del Brasimone e la centrale dell’ENEA peraltro sottoutilizzate.

Fermare il progetto dell’area industriale a Gumiera e il parco eolico di Fontanavidola avendo rispettivamente già a disposizione una zona industriale che versa in condizioni di evidente degrado con due capannoni inutilizzati e varie fonti energetiche  sottoutilizzate.

Ottenere il rispetto delle regole per tutti: nel 2007 è stato abbattuto una zona boschiva protetta “senza regolare permesso”, attigua all’area APEA Gumiera per consentire più comodamente i rilievi di progetto: azione che ha comportato una sanzione da parte dell’autorità competente e la perdita di un tutelato patrimonio boschivo.

Bloccare la deturpazione del territorio di Camugnano che privilegia scelte scriteriate a discapito di quelle che promuovono il turismo, l’agricoltura e le bellezze naturali del territorio.

COSA PENSIAMO DELLE FONTI RINNOVABILI:
Il Comitato è favorevole alle energie da fonti rinnovabili, ma è contrario alla sommaria collocazione degli impianti sui suoli agricoli ed in contesti di pregio paesaggistico.

E TU VIENI CON NOI?
Questa iniziativa è aperta a chiunque condivida i principi ispiratori del Comitato, che può sottoscrivere l’adesione contattando i promotori ai seguenti riferimenti:

Tel.:  328/4763328
Email: ComitatoGumiera@gmail.com
Facebook: In difesa del Paesaggio di Camugnano

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Interventi. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Nasce il “Comitato In difesa del paesaggio di Camugnano”

  1. Pingback: Serata informativa sull’eolico a Camugnano (BO) | Rete della Resistenza sui Crinali

I commenti sono chiusi.