Anche rappresentanti della Rete della Resistenza sui Crinali a Roma con le associazioni a manifestare contro gli ulteriori regali che il Governo intende concedere all’eolico industriale.

Ecco il comunicato stampa emesso a seguito della manifestazione:

Il Sottosegretario all’economia Gianfranco Polillo incontra i rappresentanti degli ambientalisti contro l’eolico

Roma, 18 aprile 2012 – Il sottosegretario all’economia Gianfranco Polillo, ha incontrato i rappresentanti di un gruppo di associazioni ambientaliste, fra cui  Amici della Terra, Italia Nostra, Mountain Wilderness, Comitato per il Paesaggio e il Comitato per la Bellezza che gli  hanno esposto le proprie preoccupazioni in merito al decreto per gli incentivi all’eolico che sta per essere emanato dai ministeri dello sviluppo economico e dell’ambiente.
Infatti, lamentano gli ambientalisti, il decreto avrebbe dovuto azzerare gli incentivi che l’industria dell’eolico ha gia preso per 10 anni danneggiando il paesaggio dei più bei crinali appenninici per un risultato risibile in termini di energia prodotta e  CO2 evitata.
> Invece, nonostante il Governo riconosca che è stato un errore pesare sulle bollette degli italiani solo a  beneficio delle rinnovabili elettriche escludendo le rinnovabili termiche e l’efficienza energetica, il decreto continua a destinare incentivi, principalmente all’eolico, pesando sulle bollette per ulteriori 3 miliardi di euro per i prossimi 20 anni, che si aggiungono ai 9 miliardi/anno attuali.

Il sottosegretario Gianfranco Polillo ha ascoltato con molta attenzione le argomentazioni, si è dichiarato molto sensibile al problema e ha promesso che il Ministero dell’Economia seguirà con grande attenzione l’iter di emanazione del decreto.

L’incontro è avvenuto a margine della contromanifestazione che ambientalisti e intellettuali hanno organizzato per contestare la manifestazione promossa da Legambiente a sostegno dell’industria dell’eolico.

La contromanifestazione, a cui hanno partecipato anche Carlo Ripa di Meana, Nicola Caracciolo e Vittorio Emiliani, e il comitto Nazionale contro Fotovoltaico ed Eolico nelle Aree Verdi ha provocato un animato battibecco nella piazza di Montecitorio  che i sostenitori delle rinnovabili elettriche pretendevano di occupare da soli.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.