AGSM Verona iperattiva nell’eolico (senza vento) in Toscana e nel bolognese

Cominciano a sorgere curiosità extra locali sul comportamento dell’azienda veronese AGSM (proprietaria dell’impianto eolico di Casoni di Romagna, autorizzato dalla Provincia di Bologna nonostante tutte le negatività temute e poi puntualmente confermatesi) nel settore dell’eolico industriale in una zona geografica delimitata e caratterizzata dall’assenza di vento utile.

Se ne sta ora interessando il giornalista Paolo Fior, già del Corriere Economia, che ha iniziato un’inchiesta sulla vicenda che invitiamo a seguire con attenzione: http://www.cronache.org/?p=3358#more-3358

La ditta AGSM, per qualche motivo che ci piacerebbe conoscere, ha rilevato la autorizzazione concessa per la costruzione dell’impianto eolico al Carpinaccio, nel comune di Firenzuola, il cui Sindaco si vanta di avere, per ora, già 10 (dieci!) impianti eolici per i quali è in corso l’iter autorizzativo.

Qualcosa di simile è accaduto anche a Riparbella, in provincia di Pisa.

Non sappiamo quanto sia “lecito” che una ditta presenti un progetto di un impianto eolico, questo venga autorizzato dalla pubblica amministrazione dopo un complesso processo di valutazione e poi, per costruirlo, ne subentri improvvisamente un’altra.

Sempre nella zona dell’alto Appennino, AGSM è attiva su monte Bastione, sempre in Toscana ai confini con l’Emilia, dopo che un suo progetto analogo, che si sarebbe dovuto realizzare a circa un chilometro di distanza ma sul monte dei Cucchi in provincia di Bologna, era stato respinto: https://reteresistenzacrinali.wordpress.com/2012/01/06/ci-siamo-il-progetto-eolico-industriale-la-faggeta-e-stato-presentato/

Sappiamo poi, tra l’altro, che AGSM opera in condizioni irregolari, violando smaccatamente la normativa anti trust.

Ecco per esteso (da pag. 80) il testo della sentenza di condanna della AGSM da parte dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato: http://www.agcm.it/trasp-statistiche/doc_download/844-2-10.html

La cosa è importantissima. Stando così le cose, la AGSM opera in Toscana e nel bolognese nel settore eolico al di fuori della legge sulla libera concorrenza. Loro sono monopolisti di un servizio pubblico a Verona e non possono operare, per ovvi motivi, fuori dal loro territorio in un altro ambito. La sentenza della Autorità è esplicita: prima di costruire o gestire impianti eolici devono effettuare una separazione societaria.

Eppure, dopo un anno e mezzo dalla condanna, non hanno ancora provveduto. Anche in questo caso gradiremmo conoscerne i motivi. La loro pervicacia andrebbe denunciata da tutti i comitati e dalle associazioni interessate.

Intanto rimaniamo in attesa degli sviluppi dell’inchiesta giornalistica di Fior.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

Una risposta a AGSM Verona iperattiva nell’eolico (senza vento) in Toscana e nel bolognese

  1. Pingback: AGSM…sempre lei | Italia Nostra Onlus – Sezione di Firenze

I commenti sono chiusi.