Nessun colpo di scena per Albareto

L’Avv. Prof. Daniele Granara, quale difensore di Signori MARCORA Sen. LUCA, in proprio e in qualità di titolare dell’Azienda Agricola “ANGUS”, GASPARINI Dott. GASPARE in proprio e in qualità legale rappresentante della Società Agricola “Grazie Papà”, MARCHINI CAMIA ALBERTONI PICENARDI Contessa GIOVANNA, MARCHINI CAMIA GIUSEPPE, MARCHINI CAMIA ANTONIO e della Onlus ASSOCIAZIONE VERDI AMBIENTE e SOCIETA’ – V.A.S., in relazione ai ricorsi R.G.R. nn. 276/12 e 277/12 proposti nanti il T.A.R.  per l’Emilia Romagna – Parma, contro la Provincia di Parma, il Comune di Albareto, il Consiglio dei Ministri, in persona del Presidente del Consiglio in carica, e la Presidenza del Consiglio dei Ministri, in persona del Presidente del Consiglio in carica, al fine di ottenere l’annullamento, previa sospensione della sconosciuta Determinazione n. 1419 del 4.06.2012, avente ad oggetto l’autorizzazione Unica alla costruzione ed esercizio di un impianto eolico in località Monte la Rocca in Comune di Albareto e della Deliberazione della Giunta Provinciale di Parma n. 285 del 17.05.2012, pubblicata all’Albo pretorio a partire dal 22.05.2012, avente ad oggetto esito della procedura di valutazione di impatto ambientale di un progetto  per la realizzazione di un impianto eolico in località Monte la Rocca in Comune di Albareto,
comunica
che diversamente da quanto pubblicato sulla “Gazzetta di Parma” edizione del 20.09.2012, nella sezione “Cronaca della Valtaro” (pag. 25 – http://www.gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio/2/151425/Si_far%C3%A0_il_parco_eolico_di_Albareto_Il_via_libera_%C3%A8_arrivato_dal_Tar.index.html), nella quale viene enfatizzato che i ricorrenti, con un colpo di scena (sic!?), all’udienza di discussione della sospensiva tenutasi in data 19.09.2012, avrebbero rinunciato alla richiesta sospensiva, gli stessi, invece, su sollecitazione del Presidente del T.A.R., in ragione del non imminente inizio dei lavori e dell’inconfigurabilità di una previsione di tale inizio, hanno rimesso la decisione dell’istanza di sospensiva all’udienza di merito.
Inoltre, sempre su invito del Presidente del T.A.R., stante la rilevanza del ricorso, è stata prontamente depositata istanza di prelievo (che si allega) volta ad ottenere la celere fissazione dell’udienza del merito del ricorso pendente nanti il Tribunale Amministrativo.
Ciò, fatta salva la possibilità e l’intenzione da parte dei ricorrenti di presentare una nuova istanza di sospensione nel caso i lavori iniziassero prima della fissazione dell’udienza di merito.
In adempimento del dovere di correttezza informativa, invito pertanto a rettificare la notizia apparsa sulla “Gazzetta di Parma” edizione del 20.09.2012, nella sezione “Cronaca della Valtaro” (pag. 25), in cui si affermava che i cittadini che avevano proposto il ricorso sopra indicato avrebbero, con un colpo di scena, rinunciato alla richiesta di sospensiva con conseguente inizio dei lavori che, invece, non potrà avvenire prima della decisione del T.A.R. e che, ove avvenisse, sarebbe immediatamente oggetto di sospensiva nanti il T.A.R. Parma.
Distinti saluti.
Genova, 27 settembre 2012
Avv. Prof. Daniele Granara
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...