Il monte Mindino è salvo! L’eolico è stato bocciato definitivamente.

LA VITTORIA DEL MONTE MINDINO NELLE ALPI LIGURI E’ UNA VITTORIA PER TUTTA LA MONTAGNA

 L’AVVOCATURA DEL CONSIGLIO DI STATO ACCOGLIE I RICORSI CONTRO LA REALIZZAZIONE DELL’IMPIANTO EOLICO DEL MONTE MINDINO: confermata la posizione contraria espressa in Conferenza di Servizi nel 2010 e dal Consiglio dei Ministri nel 2011, dichiarando pertanto non realizzabile il progetto.

mindino-neve

del Monte Mindino, Alpi Liguri, 26 gennaio 2013, dopo un’abbondante nevicata…

E’ una sentenza storica quella del Monte Mindino, non soltano per il suo carattere “locale” ma, soprattutto, per le conseguenze che avrà nei confronti di attuali e futuri progetti che insistono sulle dorsali alpine e appenniniche. Si è trattato a tutti gli effetti di una vicenda molto complessa, nella quale gli interessi economici dell’iniziativa privata  si intrecciavano alla necessità regionale e nazionale di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili all’interno di una delicata situazione ambientale ed ecologica, tra i Comuni montani di Garessio, Viola e Pamparato. L’impianto eolico del Mindino, se fosse stato autorizzato, avrebbe rappresentato il primo grande impianto ad alta quota delle Alpi. La lunga storia si chiude in questi giorni, Gennaio 2013 con la sentenza del Consiglio di Stato che accoglie i ricorsi del Ministero e della Regione Piemonte, e boccia definitivamente il progetto, confermando che sono tuttora validi alcuni principi di diritto e alcuni vincoli specifici di tutela che avevano tentato di essere messi in discussione nella precedente sentenza del TAR Piemonte; primo fra tutti il “vincolo di inedificabilità sui crinali alpini” del Piano paesaggistico regionale (art. 13 (Aree di montagna), comma 9).

Una sentenza che porta giustizia e chiarezza a livello locale ma, speriamo, possa servire come riferimento per preservare il futuro dei crinali alpini e prealpini del basso Piemonte e confinali con la Liguria, dal Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo fino ai rilievi alpini delle Alpi Marittime e Liguri. Tutti questi territori alpini ed appenninici sono oggi “minacciati” da progetti che rischiano di trasformarli in una successione di torri eoliche, da una moltitudine di proposte ubicate a quote elevate, dove gli impatti sono generalmente alti e il rapporto costi/benefici sfavorevole.

Siamo certi che gli amministratori ed i funzionari locali, provinciali e regionali dovranno riferirsi a questa sentenza e promuovere urgentemente delle linee guida per i nuovi impianti eolici e per la localizzazione dei siti adatti ad ospitarli; è  ormai chiaro che le conseguenze possono essere diverse da un luogo all’altro e che l’impatto di questi progetti sui crinali è massimo quando sommato ad altri effetti negativi (si pensi a quelli sull’avifauna) e dunque l’aspetto visivo, per quanto possa essere importante, non è l’unico da considerare.

Comitato Spontaneo Mindino Libero

Associazione Cuneobirding

WWF Piemonte

Club Alpino Italiano, Regione Piemonte

Coordinamento Associazioni Ambientaliste di Cuneo

Pro Natura Cuneo

Legambiente Cuneo

LIPU Sezione di Cuneo

Italia Nostra Onlus, Sez. di Mondovì

Comitato per la tutela e la salvaguardia del Monte Porale

Comitato per il Territorio delle Quattro Province

La sentenza ufficiale dell’Avvocatura dello Stato può essere scaricata per intero a questo link: http://www.giustizia-amministrativa.it/DocumentiGA/Consiglio%20di%20Stato/Sezione%206/2012/201207646/Provvedimenti/201300220_23.XML

Un articolo completo sulla vicenda può essere consultato attraverso il blog delComitato Spontaneo “Mindino Libero” : http://giulemanidalmindino.wordpress.com/2013/02/05/la-vittoria-del-monte-mindino-nelle-alpi-liguri-e-una-vittoria-per-tutta-la-montagna/

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il monte Mindino è salvo! L’eolico è stato bocciato definitivamente.

  1. imbuteria ha detto:

    Reblogged this on Imbuteria's Blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...