L’Assessore all’Ambiente della Regione Emilia-Romagna Sabrina Freda interviene a Piacenza all’incontro organizzato dai locali comitati contro l’eolico-industriale

“La Regione Emilia Romagna è consapevole del pericolo che sta dietro a una lettura distorta dell’interesse collettivo.”

>> Audio dell’intervento dell’Assessore Freda : qui

Martedì sera si è svolto a Piacenza, con grande successo di pubblico, il previsto convegno “La truffa dell’eolico sulle nostre montagne”  organizzato dai comitati “Tutela paesaggio di Piacenza” e “No pale eoliche a Nicelli”  aderenti alla Rete della Resistenza sui Crinali.

L’evento contingente che ha originato l’incontro è stato l’avvio della procedura di valutazione di impatto ambientale per l’impianto eolico di Nicelli (Comune di Farini) in corso presso la Provincia di Piacenza  ma, più in generale, sulle montagne del piacentino (nell’alta Val Nure, per la precisione) è in atto un inquietante fenomeno di proliferazione di progetti eolici che stravolgerebbe tutta la zona e che non è giustificato dalla ventosità della zona interessata. Questo rendering simula come si presenterebbe la Val Nure, vista dalla frazione Groppallo (sempre nel comune di Farini) guardando verso ovest, se venissero realizzati tali impianti

groppallo pale

Le pale sono rese nella scala corretta in base alle loro dimensioni reali. La “piccola” pala nera è quella già installata a Nicelli (collocata oltre i 1200 metri senza la dovuta autorizzazione), le pale bianche sono quelle degli impianti per i quali è in corso il processo autorizzativo (i progetti di Lavezzera e di Nicelli, per i quali sono stati presentati esposti alla procura di Piacenza per presunte irregolarità riguardanti la costruzione abusiva di strade di accesso) e le pale gialle sono quelle degli impianti già previsti e per i quali si attende la presentazione dei progetti ufficiali.

L’impressionante rendering non necessita di nessun ulteriore commento. Noi della Rete della Resistenza sui Crinali riscontriamo in alta Val Nure la stessa, identica, patologia epidemica in atto, in Emilia Romagna, anche

1) in val di Taro (PR) lungo la statale della Cisa,

2) in provincia di Bologna nella zona ai confini con la provincia di Firenze (ed in particolare con il Comune di Firenzuola, il cui Sindaco menava pubblicamente vanto di ben dieci progetti eolici in corso nel proprio territorio…) ed

3) in Romagna, nell’alta valle del Savio ai confini della provincia di Arezzo, almeno fino alle sorgenti del Tevere.

La stampa piacentina ha dato ampio risalto all’evento di martedì sera, in particolare grazie al quotidiano “La Libertà”, con questo servizio di Elisa Malacalza pubblicato giovedì.

Pagina de La Libertà (cliccare per ingrandire):
Picture

e su Piacenza 24:  qui

Ora reclamiamo che chi dispone di poteri di vigilanza e di indagine ci spieghi (in termini convincenti, però) i motivi per i quali si è deciso, da parte degli Amministratori locali interessati (che avrebbero, in teoria, l’obbligo istituzionale opposto, cioè quello della tutela), il volontario olocausto del proprio territorio. Vedremo se alle parole ascoltate martedì seguiranno i fatti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’Assessore all’Ambiente della Regione Emilia-Romagna Sabrina Freda interviene a Piacenza all’incontro organizzato dai locali comitati contro l’eolico-industriale

  1. Aldo Rolla ha detto:

    Ben venga il “proliferare delle pale eoliche” che ci permetteranno di ridurre , nel tempo , le emissioni in atmosfera dei gas risultanti dai processi di combustione per la produzione di energia termoelettrica, nel territorio italiano .Gas ben più cagionevoli per la salute e l’ambiente di qualsiasi “impatto ambientale ” che possa produrre la vista delle pale eoliche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...