L’eolico italiano macina record su record

Dopo la frenetica corsa ad installare nel 2012 una quantità mai vista prima di impianti per usufruire degli ultimi certificati verdi, ecco un altro exploit.

La Direzione investigativa antimafia di Palermo ha avviato la confisca di beni per 1 miliardo e 300 milioni di euro (la più cospicua mai compiuta in Italia) ai danni di un importante imprenditore eolico:
Mafia, confisca record da 1,3 mld euro a imprenditore eolico” e “Sequestro record di 1,3 miliardi al re dell’eolico”

Nei video: video  1 e video 2

Chissà se anche questa volta tutto verrà messo a tacere, come già accaduto troppo spesso in precedenza, in una vicenda che implicava lo stesso Nicastri assieme a Oreste Vigorito.

Il “Presidente del Benevento”… Ne parleremo nei prossimi giorni, perchè la vicenda del “Presidente del Benevento” e di Nicastri merita un approfondimento.

Intanto però speriamo che diminuisca almeno un po’ il flusso ininterrotto di denaro verso i “decisori” politici, la stampa e la televisione per sostenere che l’eolico senza fine è desiderabile sempre e comunque, per definizione. Oltre ai comitati e ad alcune (poche) associazioni che “soffrono di un’ossessione per l’eolico“, continuano ad avere qualche dubbio e a soffrire di un’analoga ossessione, fortunatamente, anche alcuni Carabinieri e Guardie di Finanza. Anche qualche (sparuto) Giudice, incuriosito dalle statistiche e dagli elevati indici di correlazione tra improvvisi soprassalti ecologisti e vecchie e nuove associazioni a delinquere.

Evidentemente si tratta di qualche passatista, nostalgico di una Italia che non c’è più e nuclearista oggettivo, che nuoce con questi suoi testardi pregiudizi agli sforzi compiuti da qualche benemerito per la salvezza del Pianeta con l’energia pulita. (Tutte queste definizioni sono state usate davvero da chi, dagli eolici, viene “sponsorizzato”).

Che sarà mai l’inosservanza di qualche sciocca regoletta se è in gioco il futuro della Terra? Perchè non cambiare piuttosto le regolette, come qualcuno sta già facendo?
(al ministero e in Liguria)

Alberto Cuppini

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...