Renzo Piano: le terrificanti pale eoliche sulle colline? “Vecchie e inutili cianfrusaglie”

renzo piano 1Proponiamo alcuni passaggi dell’intervista concessa da Renzo Piano a Curzio Maltese e pubblicata su La Repubblica del 14 settembre, in un articolo dal titolo Renzo Piano “Economia verde e periferie le mie sfide da senatore a vita“.

Oltre a combattere i tagli a cultura e ricerca, c’è qualche proposta in positivo che vorrebbe portare in Parlamento?
“Due grandi temi ignorati dalla politica. La green economy e le periferie urbane “

La green economy di Obama eccetera?
“E’ vero, suona un po’ troppo slogan. Io parlerei piuttosto di “italian economy”. Vede, dall’estero guardo un paese rassegnato a non avere un futuro, a perdere quote di mercato inseguendo produzioni obsolete senza poter competere con Cina o India o Brasile, senza creare posti di lavoro per i giovani. Bisogna lasciare la strada del declino e pensare a una nuova missione. Capovolgere la visione, partire dai nostri talenti “.

Quali sono i talenti italiani sul mercato globale?
“Non esiste una nazione meglio attrezzata per affrontare un futuro di economia sostenibile. Siamo il paese più bello del mondo e la bellezza è oggi la merce più ricercata. Abbiamo immensi giacimenti culturali, una miscela unica di meraviglie naturali e costruite nei secoli, una posizione centrale nel Mediterraneo, una situazione climatica ideale per produrre energia pulita, con sole, acqua, vento. Eppure nella produzione di energie rinnovabili siamo molto indietro rispetto ai paesi del Nord”.

Mentre lei parla vedo spianate di pannelli solari sulle pianure, centrali idroelettriche al posto dei boschi, terrificanti pale eoliche sulle colline.
“Vecchie e inutili cianfrusaglie. Si possono fare impianti diffusi, leggeri per produrre energia eolica, solare, geotermica in ogni angolo d’Italia. Con Rubbia studiamo da anni il problema. E vuole che un Paese in grado di produrre i motori della Ferrari e i più sofisticati robot medici del pianeta non riesca a inventare delle nuove soluzioni? Ho conosciuto ricercatori italiani che lo fanno già in California o in Gran Bretagna. Si potrebbero creare centinaia di posti di lavoro per i giovani, soprattutto al Sud.”

Non è certo la prima volta che il neo Senatore a vita si occupa di eolico. In particolare, due anni fa si era dedicato, per conto di Enel Green Power, alla realizzazione di un nuovo tipo di aerogeneratore minieolico, di dimensioni relativamente ridotte, a basso impatto ambientale ed in grado di sfruttare anche i venti a bassa quota e di intensità minima. Siamo o non siamo “il paese più bello del mondo”? E se “la bellezza è oggi la merce più ricercata”, perchè dunque rovinarla con le “terrificanti” pale giganti? Il prototipo dell’aerogeneratore di Piano è stato chiamato “Libellula”.

Ci permettiamo tuttavia di fare garbatamente notare al celebre architetto che “i paesi del Nord” (la Germania, in particolare), rispetto ai quali saremmo “indietro” nella produzione di energie rinnovabili, hanno commesso in gran parte i nostri stessi errori e ne stanno a loro volta pagando le stesse conseguenze: in un prossimo post ci occuperemo dei sempre più irrisolvibili problemi provocati dalla Energiewende tedesca, anche se siamo convinti che, subito dopo le incombenti elezioni politiche, saranno gli stessi governanti tedeschi a porvi mano per reindirizzarla.

In questa sua inossidabile fede nelle energie rinnovabili Renzo Piano, come Beppe Grillo, si dimostra un rifkiano di ferro. Nel senso che appare, come molti, affascinato dalla “vision” (oggi si dice sempre così, per fare fino) di Jeremy Rifkin.

Per combinazione, Rifkin in settembre è stato in Italia, ospite, tra gli altri, di Assolombarda al convegno “Innovation and technology for a sustainable future”. Presso il sito web di Assolombarda è disponibile, tra gli altri, il video del suo intervento.

rifkin-video

“Scenario affascinante, forse troppo per essere realizzabile a breve”, lo definisce però il Professore di Harvard Leonardo Maugeri, come riportato nell’articolo del Sole del 20 settembre dal titolo “Rifkin chiama Milano verso la svolta green“.

Molti dei dubbi di Maugeri sono gli stessi dei comitati della Rete della Resistenza sui Crinali, che vedono, sulla propria pelle, concretizzarsi la “svolta green” di Rifkin proprio nella inopinata forma delle deprecatissime (e costosissime) “terrificanti pale eoliche sulle colline”. Gli impianti FER industriali sono la negazione stessa del concetto della “autoproduzione diffusa individuale” immaginata da Rifkin, eppure la realtà oggi propone queste “vecchie e inutili cianfrusaglie” a sfregio del paesaggio e della bellezza del nostro Paese, e non altro. Sarebbe perciò quanto meno auspicabile, in Italia, una pausa di riflessione – e una moratoria all’eolico industriale – di qualche anno per chiarire ed eliminare queste contraddizioni. Ci auguriamo che il Senatore Piano, per coerenza, si faccia portatore di questa istanza in Parlamento e presso l’opinione pubblica.

Per chi ha fretta, si può ascoltare l’essenza della posizione critica di Maugeri in questa breve intervista video (cliccare sull’immagine che segue per vedere il video)

video maugeri

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Renzo Piano: le terrificanti pale eoliche sulle colline? “Vecchie e inutili cianfrusaglie”

  1. Questa intervista la dovrebbero leggere con attenzione il signor Berardo che è l’artefice della vergognosa iniqua Legge che in Molise porta il suo nome e tutti quelli che si ostinano ancora ad essere favorevoli a continuare lo scempio ambientale che nel nostro piccolo e bellissimo Molise ha prodotto danni ambientali irreparabili senza nessun vantaggio per i Comuni e i cittadini che si ritrovano un territorio defraudato e svalutato e salatissime bollette elettriche da pagare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...