Venerdì a Firenzuola la presentazione del libro “Il sentiero degli Dei” di Wu Ming 2

Evento organizzato dai Cittadini per la Difesa del Santerno in collaborazione con il Comitato Monte Gazzaro – no eolico selvaggio. Sarà presente l’autore, che ne leggerà alcune pagine.

 wu-mingNell’ottobre del 2009 tale Giovanni Cattabriga percorre il sentiero degli Dei, l’itinerario escursionistico che permette di andare da Bologna a Firenze in quattro o cinque piacevolissimi giorni di cammino tra campi e boschi. Un percorso affascinante che ha pochi uguali in Italia (e nel mondo…), specie se si considera che, per una dozzina di chilometri, si cammina a fianco dei resti di un’antica strada romana dimenticata di epoca repubblicana recentemente – e miracolosamente – ritrovata e riportata alla luce da due appassionati locali di storia.

Ammettiamo che questa non è una grande notizia in sè, soprattutto per chi si occupa di contrasto all’eolico-industriale. Cattabriga è solo una delle centinaia di persone che ogni anno decidono di provare questa esperienza a contatto con la natura. La notizia acquista però rilevanza perchè Giovanni Cattabriga è il nome secolare dello scrittore Wu Ming 2 (già Luther Blissett) e perchè proprio sul sentiero degli Dei, tra i boschi di Monte dei Cucchi, qualche astutissimo, proprio nel 2009, aveva deciso di costruire un “parco” eolico gigantesco. Wu Ming 2 viene a conoscenza della cosa leggendo i cartelli che il bellicoso comitato locale aveva disseminato lungo il sentiero nel tratto da Madonna dei Fornelli a Pian di Balestra per mettere sull’avviso la cittadinanza e i viandanti. Tornato a casa, lo scrittore completa la sua esperienza sul campo con un lavoro di accurata indagine giornalistica (non solo su questo episodio, ma anche, ad esempio, sull’insensato olocausto del Sasso di Castro e sulle nefandezze dei lavori della TAV) che lascia a bocca aperta lo stesso comitato, a cui mai l’autore si è rivolto per avere informazioni, preferendo documentarsi personalmente in rete. Ma leggiamo che cosa ci racconta a questo proposito lo stesso Wu Ming 2, con le parole del suo alter ego Gerolamo, nel libro “Il sentiero degli Dei”, rivelatosi un best seller, edito nel 2010 dalla Ediciclo Editore nella collana “A passo d’uomo”.

Da pag. 78:

Fin dalle prime curve del sentiero, Gerolamo ha la sensazione di avere attraversato un confine, come se da Madonna dei Fornelli iniziassero le vere montagne, boschi più fitti, case più rade, silenzi, paesaggi selvatici e solitari.

Da pag. 79:

La ditta Agsm, di proprietà del Comune di Verona, vuole costruire sul Monte dei Cucchi un parco eolico da ventiquattro generatori alti come la Torre degli Asinelli (settanta metri di supporto per una tripala di 26 metri di raggio).

Da pag. 80:

Gerolamo pensa che chiamare parco un progetto del genere è come battezzare una guerra operazione di polizia internazionale. Molti crimini contro l’umanità sono anche crimini contro il vocabolario.

Da pag. 81:

Agsm ritiene che ventiquattro generatori alti cento metri siano la soluzione più indicata per un crinale di montagna a mille metri di altitudine.

Da pag. 82:

Ma Agsm sostiene che quello delle sue torri “non è un vero e proprio impatto, perchè non è sottrazione di habitat, di utilizzo o di usufruibilità; è modifica nella percezione di un paesaggio”.

Da pag. 86:

Se una qualunque azienda venisse a installare un enorme mulino a vento sulla Torre degli Asinelli la cacceremmo da Bologna a calci nel culo e nessuno ci farebbe una diagnosi di sindrome Nimby (Not in My BackYard: l’energia rinnovabile sì, ma non nel mio cortile). Invece, se gli abitanti di una valle si ribellano perchè qualcuno vuole modificare il profilo di una montagna, ecco che ci indigniamo contro questi nostalgici, nemici del progresso, primitivi e antimoderni.

Oggi sappiamo che, dopo due anni e mezzo di durissime battaglie, il progetto dell’impianto di Monte dei Cucchi è stato bocciato.

Merito degli sforzi del locale comitato, certo, ma anche del lavoro di Wu Ming 2. Chi scrive può testimoniare, ad esempio, l’impressione destata nella Presidente della Commissione Ambiente della Provincia di Bologna, proprio durante un sopralluogo a Monte dei Cucchi, nell’apprendere dell’interesse suscitato da questa vicenda nel libro di uno dei più letti scrittori italiani contemporanei.

Forse però Wu Ming 2 non sa ancora che, subito dopo la bocciatura, Monte dei Cucchi, a conferma delle tesi del comitato, è diventato un Sito Natura 2000, a implicito dileggio dei (molti) sostenitori di quell’assurdo progetto.

Per combinazione si è riparlato recentissimamente di Monte dei Cucchi, e anche della società che ha fatto gli studi di impatto ambientale lì e per innumerevoli altri impianti eolici in questa stessa zona, sul Fatto Quotidiano, nell’inchiesta dal titolo “Legambiente fa business con l’ecologia. I dubbi degli esperti: “E’ una onlus“, e più precisamente nel paragrafo intitolato “Dirigenti della onlus in prima linea”.

Ed è anche probabile che Wu Ming 2 ignori che, da allora, sono stati respinti altri due progetti di impianti eolico-industriali, sempre lungo il sentiero degli Dei. Il primo, di nuovo della Agsm, a meno di due chilometri di distanza da quello di Monte dei Cucchi, sempre sullo stesso crinale ma più a sud, in Toscana: su Monte Bastione in località La Faggeta ed il secondo, molto più di recente, su Monte Gazzaro, presso il passo della Futa.

Proprio il comitato costituitosi per contrastare quest’impianto ha collaborato all’organizzazione dell’evento-incontro di venerdì prossimo alle 21, presso il Museo della Pietra Serena di Firenzuola. In quell’occasione sarà un duplice piacere, per tutti noi, conoscere e ringraziare personalmente Wu Ming 2 ed informarlo che la vigilanza sulle nostre montagne contro la speculazione eolica in questi anni è rimasta attiva. Ma anche che la guardia deve sempre rimanere alta.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Venerdì a Firenzuola la presentazione del libro “Il sentiero degli Dei” di Wu Ming 2

  1. Pingback: Giorno & Notte. Tutto il fine settimana in Mugello dal 27 al 29 giugno… : OK!Mugello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...